“Insieme a Poste italiane ed Eni è in corso di realizzazione un sistema informativo evoluto che prevede alcune fasi fondamentali che sono la distribuzione e il tracciamento del vaccino via via che viene movimentato sul territorio, la prenotazione, accettazione e l’erogazione, la farmaco vigilanza e il follow up“, così il commissario all’emergenza coronavirus, Domenico Arcuri, parlando davanti alle Commissioni riunite Trasporti e Affari sociali sui temi del trasporto e della distribuzione dei vaccini contro il coronavirus. Il Commissario ha poi specificato che a mettere in pratica la campagna vaccinale sarà “un gruppo fino a 20mila professionalità” che, ha spiegato, “potranno essere utilizzate per il tempo di questa massiccia campagna”. Gli operatori saranno trovati grazie a una “richiesta di manifestazione di interesse pubblico” che sarà emanata presto. Non è escluso, ha aggiunto Arcuri, che più avanti si possano “richiedere medici di medicina generale e pediatri” per “contribuire alla somministrazione”, così come “il coinvolgimento, in futuro, delle farmacie”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, 993 morti nelle ultime 24 ore: è il record da inizio pandemia. 23.225 i nuovi positivi con 226.729 tamponi

next
Articolo Successivo

Coronavirus, la conferenza stampa del Commissario Arcuri: segui la diretta tv

next