Miroslav Marcek, killer del giornalista Jan Kuciak e della sua fidanzata Martina Kusnirova, è stato condannato dalla Corte Suprema slovacca a 25 anni di carcere. Il giudizio della Corte, ha riferito la portavoce Alexandra Vazanova, non è più appellabile e la condanna è da ritenersi definitiva. Marcek, un ex militare, a gennaio aveva confessato l’omicidio nel febbraio del 2018 di Kuciak e della fidanzata Martina Kusnirova, uccisi con colpi di arma da fuoco alla testa e al petto.

Con la sentenza di oggi, la Corte Suprema ha reso più severa la condanna che era stata precedentemente decisa dal tribunale speciale per la criminalità organizzata, che a sede a Pezinok, nei pressi di Bratislava. I giudici ad aprile avevano infatti stabilito una condanna a 23 anni per Marcek, in virtù della sua confessione e della collaborazione nelle indagini sui mandanti degli omicidi. L’accusa, tuttavia, aveva reiterato la richiesta del massimo della pena e si era rivolta alla Corte Suprema, nella sua funzione di tribunale di appello.

Kuciak aveva scritto una serie di articoli sui traffici dell’imprenditore Marian Kocner e sui legami tra alcuni settori della politica e del mondo dell’imprenditoria. Un articolo pubblicato dopo la sua morte sui possibili legami tra la criminalità mafiosa italiana e ambienti governativi slovacchi aveva dato il via ad una serie di manifestazioni, sfociate nelle dimissioni del governo di allora. Il milionario Kocner ha ripetutamente negato le accuse di essere il mandante degli omicidi del giornalista e della sua fidanzata. Altri due imputati sono stati condannati per il duplice omicidio: uno a 25 anni di carcere, l’altro che agì come intermediario ha accettato di collaborare con i procuratori in cambio di una sentenza meno pesante, ed è stato condannato a 15 anni di carcere.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vaccino Pfizer approvato in Uk, “guerra” a colpi di tweet tra ambasciatore tedesco e ministro britannico

next
Articolo Successivo

Covid, polizia nei centri commerciali in Austria per evitare caos. Negli Usa 2600 morti in un giorno: record da aprile

next