“Il vaccino è, da molti anni, un’arma a disposizione di noi medici per evitare che muoiano milioni di persone e io sono assolutamente favorevole a fare il vaccino a tutte le categorie che il nostro Istituto superiore di sanità identificherà come prioritarie”. Lo ha spiegato all’Ansa Paolo Cremonesi, responsabile del reparto di medicina d’urgenza dell’Ospedale Galliera di Genova. “Dagli inizi di marzo abbiamo modificato e migliorato i nostri protocolli diagnostici. Oggi riusciamo a curare meglio i pazienti, ma la svolta sta nella prevenzione, nella cura e proprio nel vaccino”. Il dottore ha poi descritto quali sono le priorità da affrontare per il Servizio sanitario nazionale così da non ripetere situazioni drammatiche vissute durante la prima ondata.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Ripartire dalla medicina territoriale”, l’appello dei giovani professionisti: perché il welfare di comunità può fare la differenza

next
Articolo Successivo

Non trova un taxi per tornare a casa, ruba un’ambulanza: foglio di via dal Comune di Treviglio

next