Sono 26.323 i nuovi casi di coronavirus accertati nel nostro Paese nelle ultime 24 ore, in leggero calo rispetto ai 28mila di ieri. Diminuiscono anche i morti, passati da 827 a 686. I tamponi effettuati sono quasi 226mila, in linea con quelli dei giorni scorsi. Allo stesso tempo, però, il tasso di positività continua a scendere, a testimonianza di come la curva dei contagi stia rallentando ulteriormente: ieri era al 12,7%, mentre oggi cala all’11,6%. Stessa cosa se si considerano solo i nuovi casi testati (112.839), escludendo quindi i tamponi di controllo: l’incidenza dell’infezione passa dal 26,74% al 23,32%. Anche sul fronte degli ospedali c’è un miglioramento: nelle ultime 24 ore si sono liberati 385 letti nei reparti Covid e 20 in terapia intensiva. È il quinto giorno consecutivo che nelle strutture sanitarie del Paese si registra un saldo negativo dei pazienti in cura.

Tra le Regioni l’incremento di casi maggiore è sempre in Lombardia, dove però si è passati dagli oltre 5mila di ieri ai 4.615 di oggi. 119 le vittime. Seguono a stretto giro il Veneto, con 3.498 contagi, la Campania (+2.729) e Piemonte ed Emilia Romagna, entrambe a circa 2.100 casi in un giorno. Restano sopra quota mille Puglia, Sicilia, Toscana e Friuli Venezia Giulia (+1.432), mentre la Liguria si ferma a +454. Numeri simili per Marche, provincia di Bolzano e Calabria. In Abruzzo sono stati accertati 532 nuovi casi, 348 in Umbria, 311 in Sardegna. La provincia di Trento e la Basilicata sono entrambe appaiate intorno a quota 210. Altri 148 contagi in Molise, mentre l’unica Regione a doppia cifra è la Valle D’Aosta (+72).

Per capire l’andamento della pandemia bisogna però guardare ai dati su base settimanale. Da lunedì a oggi sono stati accertati complessivamente 155.693 contagi, mentre nello stesso periodo della scorsa settimana erano 202.012. Una decisa frenata, specie se si pensa che due settimane fa il totale ammontava a 209.465, con uno scarto di soli 8mila casi rispetto a 7 giorni fa. Si confermano i segnali di miglioramento che hanno spinto il governo ad allentare le misure in zone rosse come la Lombardia, il Piemonte e la Calabria, ma con un numero di casi settimanale che resta sopra quota 100mila – avvertono gli esperti – non si deve abbassare la guardia. È per questo che il presidente dell’Iss Silvio Brusaferro ha ribadito che ora è il tempo di “abbassare la curva”. Con questi numeri, ha aggiunto è difficile pensare per Natale a “qualsiasi tipo di spostamento di massa, aggregazioni e raduni in particolare di persone che provengono da quadri epidemiologici diversi”.

Complessivamente, dall’inizio della pandemia a oggi i casi di coronavirus accertati nel Paese sono 1.564.532, i decessi 54.363. Con altri 24mila pazienti guariti o dimessi dall’ospedale, il totale arriva a 720.861. Sono 789.308, invece, le persone attualmente positive. Di queste, 752.247 sono in isolamento domiciliare, mentre quasi 40mila si trovano in ospedale. I pazienti in area medica sono complessivamente 33.299, di cui 7.616 solo in Lombardia e 4.781 in Piemonte. 3.762 i cittadini ricoverati in terapia intensiva: quasi mille in Lombardia, oltre 300 in Piemonte, Veneto e Lazio.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il livello dell’acqua si alza pericolosamente e fa scattare l’allarme della diga: le immagini dalla Sardegna

next
Articolo Successivo

“Se vi sentite delle eminenze, siete fuori strada”: le parole di Papa Francesco ai 13 nuovi cardinali nominati dal concistoro

next