Compie i suoi primi cinque anni di vita FCA Heritage, il dipartimento del Gruppo italoamericano che, attraverso servizi dedicati e attività divulgative e culturali, è dedito alla tutela e valorizzazione del patrimonio storico dei marchi Alfa Romeo, Fiat, Lancia e Abarth. In questo primo lustro di attività di FCA Heritage sono state strette collaborazioni coi più prestigiosi musei di design e arte nel mondo, tra cui il MoMA di New York, che dal 2017 accoglie nella sua collezione permanente una Fiat 500 serie F (1968), restaurata e donata da FCA Heritage.

“L’obiettivo per cui nasce FCA Heritage è ben riassunto nel suo nome. Heritage è una parola che noi italiani usiamo spesso come sinonimo di tradizione e storia, trascurando che essa contiene anche un’accezione ulteriore, e forse più letterale, di eredità, patrimonio da trasmettere”, dichiara in una nota ufficiale Roberto Giolito, a capo di FCA Heritage per la regione Emea: “Aver dato vita a FCA Heritage, nel 2015, per noi vuol dire consegnare una visione più ampia a tutto il patrimonio rappresentato dalla nostra storia e tradizione. Significa valorizzare e non solo celebrare, far vivere e non solo custodire. Si tratta di un patrimonio inestimabile che ancora oggi ispira i modelli di domani, certo più sostenibili e connessi ma che conservano sempre lo stile Made in Italy famoso nel mondo”.

Dalla sua fondazione, sono state molte le partecipazioni delle vetture storiche di FCA Heritage a saloni e manifestazioni internazionali, con vittorie e riconoscimenti ottenuti in molti concorsi d’eleganza e competizioni per auto storiche. Tutte le attività sono sviluppate e coordinate nella sua sede: l’Heritage Hub, uno spazio polifunzionale creato lo scorso anno nello storico comprensorio di Mirafiori, a Torino.

Sempre all’interno di questo Hub è presente l’esposizione di oltre 300 vetture iconiche e la vetrina del programma “Reloaded by creators” (che prevede l’acquisizione, il restauro, la certificazione e la re-immissione sul mercato di una selezione di vetture storiche) e della linea di ricambi “Heritage Parts”. Infine, a Mirafiori sono ubicate anche le rinnovate Officine Classiche, l’atelier dove si eseguono le attività di certificazione e restauro di auto storiche, appartenenti sia a privati sia alla collezione di FCA Heritage.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mercato auto Europa, è ottobre rosso: -7,1 per cento di immatricolazioni

next
Articolo Successivo

Hyundai Click to Buy, come ti compro l’auto online sulla piattaforma dedicata

next