Vittorio Sgarbi si è unito alla protesta di commercianti e ristoratori, che lunedì 26 ottobre, come in molte altre città d’Italia, si sono radunati in piazza a Ferrara per protestare contro le misure anti Covid contenute nel nuovo dpcm. A favore di telecamere, il parlamentare ha preso il centro della scena e sfilandosi la mascherina ha cominciato, nel suo stile, a incitare la folla, insultando più volte il presidente del Consiglio Conte. Sgarbi, che oltre a occupare un seggio alla Camera è anche sindaco di Sutri, ha deciso di seguire l’esempio di Trento, emanando un’ordinanza che estende fino alle ore 20 l’orario di attività per i bar, le gelaterie e le pasticcerie e fino alle ore 22 per i ristoranti

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Quirinale, concluso il Consiglio supremo di difesa con Mattarella: “Conseguenze sociali della crisi rischiano di accentuare i conflitti”

next
Articolo Successivo

Il testo del Dpcm è uno scrigno: non solo i divieti, c’è un intento pedagogico-surreale

next