Rocco Casalino, portavoce del presidente del Consiglio, è positivo al Covid. Attualmente ha “sintomi lievi”, ha dichiarato. Il contagio è stato scoperto la sera del 24 ottobre: l’ultimo contatto con Giuseppe Conte risale a martedì 20 e, ha specificato Casalino, “sono state adottate come sempre tutte le misure di sicurezza (mascherine e distanza)”. Mercoledì scorso Casalino era risultato negativo al tampone. Oggi non ha partecipato alla conferenza stampa delle 13.30, durante la quale il presidente del Consiglio ha illustrato le ultime misure del dpcm. Lunedì, come riferito da Tpi, il compagno di Casalino Josè Carlos, era risultato positivo anche se asintomatico.

In queste ora anche il portavoce del presidente della Repubblica Giovanni Grasso ha comunicato di essere positivo al Covid. “Ho il Covid sintomatico”, ha fatto sapere in una nota. “Venerdì sera avevo la febbre alta, sabato ho fatto il tampone e stamattina ho avuto il responso: positivo”. Da stamattina però, “non ho febbre e sto discretamente bene, tengo sotto controllo la saturazione dell’ossigeno e i valori sono assolutamente nella norma. Mercoledì pomeriggio avevo fatto il tampone ed ero risultato negativo. Per fortuna giovedì e venerdì (giorni in cui ero potenzialmente infettivo) non ho avuto contatti diretti con il presidente. Ora sono in isolamento a casa. Mio figlio e mia moglie sono negativi. Al Quirinale sono già partite le previste procedure di sanificazione e controllo. Incrociamo le dita e occhio al virus: è veramente infido!”.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

È morto a Seul Lee Kun-hee, l’uomo che rese Samsung un gigante dell’elettronica a livello mondiale. Aveva 78 anni

next
Articolo Successivo

Al concistoro di novembre il Papa nominerà 13 cardinali vicini alla sua sensibilità pastorale

next