Non siamo in una fase drammatica. I ventilatori sono nella disponibilità delle Regioni. La seconda ondata è diversa dalla prima, ma più ci aiutano gli italiani e minore sarà la necessità di misure drastiche“. Lo ha detto il commissario straordinario, Domenico Arcuri, a margine dell’incontro governo-Regioni nella sede della Protezione civile a Roma. “Dobbiamo fare più tamponi, diventare più forti e tempestivi, e più test molecolari, soprattutto in queste settimane”, ha concluso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Stanno puntando i fucili, li ammazzano tutti”, a Roma la polizia spara a 7 cinghiali: uccisi madre e 6 cuccioli. Le immagini

next
Articolo Successivo

Ci si può riammalare di coronavirus? Ecco cosa risponde l’infettivologo Massimo Galli

next