Si allarga il gruppo dei calciatori positivi al coronavirus all’interno dello spogliatoio della Juventus. Dopo gli ultimi tamponi effettuati, Weston McKennie è risultato contagiato dal Covid-19, come comunicato dalla società bianconera: “Nel corso dei controlli previsti dal protocollo in vigore, è emersa la positività al Covid-19 del giocatore Weston McKennie – si legge nella nota – In ossequio alla normativa e al protocollo il gruppo squadra entra da questa sera in isolamento fiduciario. Questa procedura permetterà a tutti i soggetti negativi ai controlli di svolgere la regolare attività di allenamento e di partita, ma non consentirà contatti con l’esterno del gruppo”. La società ha inoltre specificato di essere “in costante contatto con le autorità sanitarie competenti”.

Alla positività di McKennie se ne aggiungono però altre due nella rosa e nello staff della squadra Under 23: “Nel corso dei controlli previsti dal protocollo in vigore – continuano – è emersa la positività al Covid-19 di altri due componenti del gruppo squadra U23. Si tratta del giocatore Lucas Rosa e di un componente dello staff“.

L’aggiornamento sulle condizioni di salute dei giocatori juventini arriva il giorno dopo quello sulla positività al virus di Cristiano Ronaldo emersa durante il ritiro con la propria nazionale. Il portoghese è atterrato da pochi minuti all’aeroporto di Caselle e trascorrerà un periodo di quarantena a casa a Torino.

Memoriale Coronavirus

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Cristiano Ronaldo positivo al coronavirus”: l’annuncio della Federcalcio portoghese

next
Articolo Successivo

Juve-Napoli, 3 a 0 a tavolino e un punto di penalizzazione ai campani. Giudice Sportivo: ‘Disposizioni Asl e protocollo Figc compatibili’

next