“Non ci sono più scuse, o sei a favore della legge contro l’omotransfobia o sei complice”. È questo il grido delle centinaia di persone che questo pomeriggio sono scese in piazza della Scala a Milano per chiedere l’approvazione rapida del Ddl Zan. Un provvedimento atteso da oltre venticinque anni e che dovrebbe sbarcare in aula il 20 ottobre e che dovrà affrontare i tentativi di ostruzionismo delle opposizioni: “L’appello a Salvini e alla Meloni è che ritirino le pregiudiziali di costituzionalità – spiega il deputato Dem Alessandro Zan, relatore della proposta – perché usando queste pregiudiziali vogliono affossare la legge continuando a discriminare”.

Ma gli ostacoli sembrano arrivare anche da alcuni pezzi di maggioranza come spiega la senatrice M5S Alessandra Maiorino: “È spiacevole constatare che talvolta pezzi di maggioranza hanno richiesto rassicurazioni in merito alla libertà di parola”. Un’accusa che viene respinta al mittente dalla piazza di Milano: “Vergogna, quale libertà state tutelando – attacca dal palco la vice presidente della regione Emilia-Romagna Elly Schlein – non si chiama libertà ma discriminazione”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Pillola dei 5 giorni dopo, dall’Aifa stop alla ricetta per le minorenni: “Svolta per la tutela della salute delle adolescenti”

next
Articolo Successivo

Ddl Zan, le lacrime e il bacio di Martina ed Erika contro l’omotransfobia. Leggono gli insulti che ricevono: “Questa non è libertà di pensiero”

next