E’ un bacio commosso quello tra Martina ed Erika dal palco in piazza della Scala a Milano per dire #Orabasta e chiedere l’approvazione del Ddl Zan contro la omotransfobia. “Abbiamo raccolto tutti gli insulti che ci sono arrivati dopo aver pubblicato una foto in cui ci baciavamo in una pagina che si chiama ‘Le perle degli omofobi'”, raccontano dal palco, “e oggi ve ne portiamo alcune, scusandoci in anticipo per il linguaggio”. Sono parole violente quelle lette dalle due ragazze che però concludono il loro intervento rilanciando: “Chiudiamo con quel bacio che tanto ha scandalizzato, spaventato e indignato gli omofobi. Viva l’amore”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ddl Zan, Milano in piazza contro l’omotransfobia: “Basta scuse”. Il deputato dem: “Salvini e Meloni ritirino le pregiudiziali di costituzionalità”

next
Articolo Successivo

Egitto, la storia di un’avvocata per i diritti umani in carcere da due anni e gravemente malata

next