Il Sudafrica ha riaperto, oggi primo ottobre, i suoi confini a tutti gli altri Paesi africani: i collegamenti erano stati chiusi il 27 marzo scorso a causa della pandemia di Coronavirus. A dare notizia delle nuove disposizioni è stato il Guardian. Restano però vietati gli ingressi da circa 50 Stati che hanno ancora un alto tasso di contagi tra i quali Gran Bretagna, Francia, Stati Uniti, Russia e India.

A dare l’annuncio della riapertura parziale è stato il ministro degli Esteri Naledi Pandor. “Solo i cittadini che sono investitori, diplomatici, titolari di visti altamente qualificati e uomini d’affari (provenienti dai paesi ad alto rischio) saranno ammessi”, ha precisato Pandor alla stampa, come riferito dall’agenzia Nova. Il governo ha fatto sapere che “i viaggiatori che presentano sintomi o risultano positivi al test dovranno sostenere tutte le spese mediche”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Usa 2020: dopo lo ‘shit show’ di Trump e Biden vogliono fuggire tutti in Canada, dice Google

next
Articolo Successivo

A Madrid continua la strana disputa tra governo nazionale e autonomo. Intanto i contagi salgono

next