A Barbariga, in provincia di Brescia, Angela Roncali di 88 anni, è morta, soffocata dal fumo sprigionato dal suo televisore in seguito a un cortocircuito. A trovarla in fin di vita è stata la figlia: la 88enne era priva di sensi e sdraiata sul pavimento nel salotto della sua casa nel paese della Bassa.

In quel momento il televisore era già esploso e la stanza era piena di fumo. L’anziana è morta poco dopo. Una volta arrivati, i carabinieri hanno accertato che la morte è avvenuta in seguito al fumo fuoriuscito dal televisore per via di un cortocircuito.

(immagine d’archivio)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, positivo parroco in provincia di Lucca: lo scorso weekend aveva celebrato le cresime

next
Articolo Successivo

Bolzano, disinnescata bomba di 250 kg della Seconda Guerra Mondiale: le immagini

next