Poche code e nessuna preoccupazione tra i romani che si sono recati a votare per il Referendum sul taglio dei parlamentari. I seggi elettorali hanno aperto i battenti alle 7 di questa mattina e chiuderanno alle 23, mentre lunedì gli orari disponibili per esprimere la propria preferenza saranno dalle 7 alle 15. “E’ andato tutto bene – dice una signora al termine del voto nel seggio della scuola primaria Alberto Manzi, nella zona est della capitale – non c’è affollamento e si entra uno alla volta”.

“Il gel disinfettante si trova sia all’ingresso sia all’interno dell’aula – le fa eco un’altra fuori dall’Istituto Comprensivo Parco della Vittoria a pochi passi da piazza Mazzini – ci hanno fatto anche lasciare la borsa fuori”. “Non ho mai pensato di non venire – aggiunge un uomo – se si va sugli autobus, si può, anzi si deve venire anche a votare”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

PERCHÉ NO

di Marco Travaglio e Silvia Truzzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Bergamo, via i seggi da 12 scuole. Si vota in musei e centri anziani: “Assurdo chiuderle a pochi giorni dalla riapertura”

next
Articolo Successivo

Napoli, ai seggi il personale è last-minute: “Sostituiti 250 presidenti su 884. Alcuni scrutatori reclutati per strada”

next