Almeno 14 persone sono rimaste ferite nella sparatoria avvenuta nella notte a Rochester, nello Stato di New York, negli Usa. Due le vittime accertate finora: si tratta di due giovani, un ragazzo e una ragazza tra i 18 e i 22 anni, ma le loro generalità non sono ancora state rese note. Secondo le prime informazioni,un uomo armato ha aperto il fuoco durante una festa in giardino con più di 100 persone, poco dopo la mezzanotte locale nei pressi di Goodman Street e Pennsylvania Avenue, una zona residenziale.

Il capo della polizia ad interim, Mark Simmons, ha detto che gli agenti al loro arrivo sul posto dopo l’allarme al 911, si sono trovati davanti a una “scena caotica” con diverse vittime. Secondo Simmons è ancora troppo presto per dire se a sparare siano state una o più persone e al momento non sono stati effettuati arresti. Non sono state date informazioni ancora sulla dinamica dei fatti, su chi abbia sparato e se i fatti siano collegati alle proteste che da mesi scuotono gli Stati Uniti: Rochester è la città in cui è stato fermato, incappucciato e ammanettato dalla polizia Daniel Prude lo scorso 23 marzo, deceduto poi una settimana dopo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili