La dottoressa Agnese Colpani del team medico sanitario di “Mediterranea Saving Humans” a bordo della Mare Jonio: “Siamo a 14 miglia dal porto di Pozzallo, sono passate oltre 24 ore da quando abbiamo soccorso i naufraghi della Maersk Etienne. Abbiamo richiesto un porto sicuro alle autorità che non ci hanno ancora dato risposta. Le condizioni di salute delle 25 persone ancora a bordo della Mare Jonio si stanno aggravando soprattutto dal punto di vista psicologico. Sono tutti severamente provati dal viaggio, dal soccorso e dai tanti giorni, trentotto, trascorsi a bordo della Maersk Etienne. Abbiamo persone persone che hanno minacciato atti di autolesionismo e manifestato intenti suicida. Abbiamo persone completamente apatiche che non reagiscono più alla situazione circostante che hanno perso la fiducia in una soluzione positiva. Richiediamo alle autorità di poter sbarcare immediatamente per poterci prendere cura adeguatamente, a terra, delle persone che ne hanno più bisogno”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, chiuso per un caso di Covid il collegio dei vip San Giuseppe: studenti del liceo a casa fino al 1 ottobre

next
Articolo Successivo

Coronavirus, aumentano i tamponi ma calano i casi: sono 1.638. 24 vittime: mai così tante dal 7 luglio

next