Mille spettatori a evento nelle manifestazioni sportive all’aperto, a partire dalle semifinali degli Internazionali di tennis in corso al Foro Italico di Roma. Il governo ha deciso per un primo via libera al ritorno dei tifosi negli stadi e l’annuncia arriva direttamente dal ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora: ”Nelle prossime ore verrà ufficializzata la decisione – si legge in una nota – ma desidero sin da subito ringraziare il ministro Speranza per la collaborazione e il Comitato tecnico scientifico per aver tempestivamente programmato l’audizione che ho richiesto”. La decisione del Cts è stata presa a seguito della riunione di martedì 15 settmbre, nella quale è stato audito il capo dipartimento per lo sport.

Il primo assaggio di un ritorno alla normalità per lo sport, al netto delle eccezioni decise dalle Regioniad esempio per le due gare di MotoGp a Misano o per la Supercoppa di Basket – si vivrà quindi al Foro Italico, dove tra l’altro ci sono anche tre giocatori azzurri in corsa per la vittoria. Spadafora non ha parlato nello specifico del calcio, con la Serie A ai blocchi di partenza proprio questo fine settimana. Probabile che sarà ogni società a decidere se sfruttare la possibilità o meno: sono in corso le valutazioni interne alla Lega calcio.

“Finalmente, già a partire dalle semifinali e dalle finali degli Internazionali di Tennis, potranno assistere mille spettatori a tutte le competizioni sportive che si terranno all’aperto e che rispetteranno scrupolosamente le regole previste in merito a distanziamento, mascherine, prenotazione dei posti a sedere”, specifica Spadafora nella sua nota. Il ministro però non nasconde anche la soddisfazione per “un primo, ma significativo passo verso il ritorno, speriamo presto, alla normalità nello sport. Auspico il più rapido compimento di tutte le azioni necessarie per rendere immediatamente applicabile quanto deciso”, aggiunge Spadafora.

Il ministro dello Sport aveva scritto una lettera a quello della Salute, Roberto Speranza: nel documento, ringraziando il lavoro degli esperti, il ministro aveva preso in qualche modo le distanze dal Comitato tecnico scientifico, che aveva dato parere negativo all’apertura anche minima del Foro Italico. Un paradosso, visto che in altre Regioni, come detto, gli spalti sono stati riempiti con seppur poco pubblico e visto quanto prevede l’attuale Dpcm attualmente in vigore, che autorizza appunto gli eventi fino a mille spettatori. In extremis è arrivato il via libera e può gioire anche la FederTennis: “E’ fatta, ringrazio il ministro Spadafora, grande onestà intellettuale e intelligenza nel capire e interpretare le norme e i suggerimenti del Cts. Lo devo ringraziare a nome degli appassionati del mio sport”, le parole a Sky Sport del presidente della Fit, Angelo Binaghi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Non tornerò a giocare a calcio con gli amici. Ho letto i protocolli e mi è venuto da sorridere

next
Articolo Successivo

Lorenzo Musetti, chi è il 18enne che agli Internazionali di Roma ha stupito il mondo

next