Ci sono voluti sei mesi, tra terapia intensiva e vari spostamenti di reparto in reparto, ma alla fine Sandro Ortolani, docente della facoltà di infermieristica di Ancona, è riuscito a uscire dall’ospedale marchigiano di Torrette in cui era ricoverato dal 12 marzo, e, oltretutto, a camminare di nuovo. Un video testimonia il suo percorso, fatto di tanta riabilitazione, seguito da un team di esperti, e di tanta forza d’animo. Proprio lui, che il mestiere di infermiere lo insegna, si è fatto accudire dai suoi ex studenti, e oggi, come racconta, non vede l’ora di tornare in cattedra. E i suoi alunni lo aspettano, come testimoniano diversi messaggi di auguri pubblicati sui social. Le immagini mostrano un volto segnato dalla malattia, e lasciano intravedere anche un cerotto alla base del collo, che protegge la ferita della tracheotomia. Nelle Marche è il paziente con la degenza più longeva, “dimostrazione dell’efficacia e della riuscita di un progetto riabilitativo che grazie al lavoro di equipe lo ha portato di nuovo a camminare”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La lotta del professor Ortolani contro il Covid: 6 mesi in ospedale, più volte a un passo dal baratro. “Ora voglio tornare a insegnare”

next
Articolo Successivo

Potenza, morto in un incendio l’ex assessore Pd Nicola Lovallo. Il sindaco: “Sempre pronto a mettersi al servizio della comunità”

next