Non è mancato, durante la conferenza stampa del premier Giuseppe Conte e dei ministri Lucia Azzolina, Paola De Micheli e Roberto Speranza, in vista della riapertura scolastica, un riferimento agli insegnanti. Il presidente del consiglio ha voluto rivolgere loro un particolare elogio, definendoli “patrimonio inestimabile“. Proprio i docenti, ai quali “spetta un compito gravoso”, dopo i medici e gli infermieri in trincea cruciali durante la fase dell’emergenza, sono ora diventati secondo Conte “un punto di riferimento per la società” Per questo, ha concluso il premier, “il governo c’è”.

Commenti - Non perdere ogni mattina gli editoriali e i commenti delle firme Fatto Quotidiano.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Riapertura scuole, rinvio per 7 Regioni: ecco le date. I presidi: “Difficile rispettare il 14”

next
Articolo Successivo

Piemonte, i genitori dovranno annotare la temperatura dei bambini sul diario di scuola

next