Chiede alla sua fidanzata di sposarlo ma pochi minuti dopo muore annegato durante una gara di nuoto. È quanto successo al 24enne Joao Guilherme Torres Fadini, che ha perso la vita mentre nuotava con alcuni amici nelle acque della diga di Itupararanga, a Sorocaba, nello stato di San Paolo, in Brasile. Il giovane aveva organizzato la gita fuoriporta con i familiari, gli amici e la fidanzata, a cui voleva appunto chiedere di sposarlo. Proprio mentre festeggiavano il “sì”, è avvenuta però la tragedia.

“Mi ha chiesto di aspettarlo e mi ha detto che mi amava. Hanno iniziato una gara di nuoto verso la riva opposta. Quasi tutti si sono arresi, sono rimasti solo lui e mio cognato Gabriel che hanno voluto continuare”, ha raccontato la fidanzata dopo l’incidente, come riporta il Mirror. Dopo pochi minuti però, il 24enne è sparito tra le acque.

I presenti hanno subito lanciato l’allarme e avvertito i sommozzatori, ma quando il corpo è stato trovato, purtroppo, non c’è stato più nulla da fare per lui. La compagna è ancora profondamente scossa dall’accaduto: “Tutto quello che penso e sogno è lui. Tutto ciò che mi resta sono i ricordi di quello che abbiamo vissuto e sognato di vivere insieme”.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Professoressa si finge nera per anni, poi confessa: “Ho costruito la mia vita su una violenta bugia”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, almeno cinque minuti sdraiato in una bara: la punizione per chi non indossa la mascherina a Giacarta

next