Il 22 agosto scorso aveva appiccato un incendio in provincia di Avellino, nel bosco accanto al cimitero di Calabritto. Oggi l’uomo, 46 anni, è ai domiciliari con l’accusa di incendio doloso nell’area di protezione speciale del Parco Regionale dei monti Picentini. L’identificazione è avvenuta grazie alle telecamere posizionate dai carabinieri forestali di Lioni. Come si vede dalle immagini, il piromane, di professione pastore, dà fuoco al bosco in più punti prima di scappare.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, i dati: 978 nuovi casi, restano sotto quota mille con 81mila tamponi. 8 morti, aumentano i ricoveri e le terapie intensive

next
Articolo Successivo

“Batterio killer sottovalutato, comunicazioni assenti”: nella relazione le responsabilità dell’ospedale di Verona sui neonati morti

next