È giusto che la magistratura indaghi sulle eventuali responsabilità politiche nella fase di emergenza da Covid-19. Lo pensano ben otto lombardi su dieci. A dirlo è il sondaggio fatto da YouGov tra la fine di luglio e l’inizio di agosto e commissionato dal comitato “Noi denunceremo”, che raccoglie i parenti delle vittime da coronavirus e che si è dato l’obiettivo, attraverso centinaia di denunce presentate alla Procura della Repubblica di Bergamo, di chiedere giustizia.

Agli intervistati è stato chiesto se fosse opportuno valutare, a livello giudiziario, errori e inadempienze in capo alle pubbliche amministrazione. E, in caso di risposta affermativa, se avessero maggiori responsabilità la Regione Lombardia o il governo. Ebbene, l’83% dei lombardi sentiti dall’istituto hanno risposto che è giusto che i magistrati indaghino, il 7% non ha un’opinione in merito e il 10% ritiene che non sia necessario. Sulle responsabilità istituzionali nella gestione dell’epidemia sono i vertici del Pirellone a uscirne peggio. Secondo il 32%, infatti, sono i principali responsabili degli errori commessi; il governo segue con il 21%, mentre per un 34% le responsabilità sono da dividere tra esecutivo Conte e giunta Fontana.

I più critici nei confronti della Regione Lombardia sono i milanesi (il 36% dei cittadini è convinto che l’amministrazione a guida leghista sia la prima responsabile), mentre la percentuale più bassa viene fatta registrare da bergamaschi e bresciani (23%), secondo i quali governo a Regione andrebbero messi sullo stesso piano (46%).

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

IL DISOBBEDIENTE

di Andrea Franzoso 12€ Acquista
Articolo Precedente

Bagnante in difficoltà nella acque di Genova: l’intervento dei vigili del fuoco è spettacolare. Il video

next
Articolo Successivo

Assaltavano sportelli bancomat con esplosivi: arrestate sette persone a Bologna. Ecco come agiva la banda (video)

next