Nuova impennata di contagi: sono 1210 i nuovi casi di coronavirus accertati in Italia e ci sono altri 7 morti. Sabato i positivi erano stati 1071, per la prima volta sopra quota mille dal 12 maggio. Sono 67.371 i tamponi effettuati nelle ultime 24 ore, circa 10mila in meno rispetto a ieri. Aumentano anche i pazienti ricoverati in ospedale: oggi sono 971, 47 in più rispetto. Così come, dopo la flessione di sabato, tornano a salire anche i ricoveri in terapia intensiva: ci sono 5 persone in più in rianimazione, in totale 69. Continua ad aumentare il numero totale delle persone che attualmente sono positive al coronavirus in Italia: 18.438, +935 nelle ultime 24 ore. I dimessi/guariti crescono infatti solo di 267. Bisogna tornare al 4 maggio per avere un dato dell’aumento dei contagi analogo (1.221) a quello odierno (1.210). In quella data. però, i morti erano stati 195, le terapie intensive erano 1.479 con i malati di Covid che erano scesi per la prima volta sotto i 100mila (99.980) dall’inizio della fase acuta della pandemia in Italia.

Le regioni con più casi nelle ultime 24 ore sono Lombardia (239), Lazio (184), Veneto (145) e Campania (138), dove i contagiati sono più che raddoppiati rispetto ai 60 di sabato. In Lombardia, dove ieri i nuovi positivi erano 185, la nuova impennata si deve soprattutto ai rientri dall’estero, come sottolinea l’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera: “Registriamo 239 casi positivi. Di questi, 190 sono riferiti a persone che hanno meno di 50 anni. Due terzi delle positività riguardano cittadini che rientrano dall’estero e i loro contatti diretti”. “L’incremento dei casi positivi in Lombardia va sempre rapportato al numero dei tamponi effettuati”, aggiunge ancora Gallera: i tamponi effettuati in Lombardia sono stati 13.663 contro i 12.957 di ieri. In provincia di Milano la maggior parte dei nuovi casi: +89.

Anche nel Lazio, dove i casi diminuiscono rispetto ai 215 di ieri ma sono sempre numeri da record, la situazione non cambia: dei 184 positivi registrati oggi oltre la metà, il 60%, sono legati a chi è tornato dalle vacanze. L’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato, parla di un risultato “significativo, visto il numero record dei tamponi effettuati nelle ultime 24 ore”. A Roma città sono stati 114 i nuovi positivi: molti sono persone rientrate dalla Sardegna, dalla Spagna, dalla Puglia, dall’Ucraina, dalla Grecia e dalla Romania. Aumentano i casi anche in Emilia-Romagna (127) e proprio in Sardegna (81), dove ieri invece i positivi accertati in 24 ore erano 44.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Contagi di rientro, verso tamponi all’imbarco a Olbia e Civitavecchia. 184 nuovi casi nel Lazio: il 35% arriva dalla Sardegna

next
Articolo Successivo

Fiumi di fango e ghiaccio lungo le strade di Verona: ecco le immagini dopo il violento nubifragio – VIDEO

next