Nuova impennata di contagi: sono 1210 i nuovi casi di coronavirus accertati in Italia e ci sono altri 7 morti. Sabato i positivi erano stati 1071, per la prima volta sopra quota mille dal 12 maggio. Sono 67.371 i tamponi effettuati nelle ultime 24 ore, circa 10mila in meno rispetto a ieri. Aumentano anche i pazienti ricoverati in ospedale: oggi sono 971, 47 in più rispetto. Così come, dopo la flessione di sabato, tornano a salire anche i ricoveri in terapia intensiva: ci sono 5 persone in più in rianimazione, in totale 69. Continua ad aumentare il numero totale delle persone che attualmente sono positive al coronavirus in Italia: 18.438, +935 nelle ultime 24 ore. I dimessi/guariti crescono infatti solo di 267. Bisogna tornare al 4 maggio per avere un dato dell’aumento dei contagi analogo (1.221) a quello odierno (1.210). In quella data. però, i morti erano stati 195, le terapie intensive erano 1.479 con i malati di Covid che erano scesi per la prima volta sotto i 100mila (99.980) dall’inizio della fase acuta della pandemia in Italia.

Le regioni con più casi nelle ultime 24 ore sono Lombardia (239), Lazio (184), Veneto (145) e Campania (138), dove i contagiati sono più che raddoppiati rispetto ai 60 di sabato. In Lombardia, dove ieri i nuovi positivi erano 185, la nuova impennata si deve soprattutto ai rientri dall’estero, come sottolinea l’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera: “Registriamo 239 casi positivi. Di questi, 190 sono riferiti a persone che hanno meno di 50 anni. Due terzi delle positività riguardano cittadini che rientrano dall’estero e i loro contatti diretti”. “L’incremento dei casi positivi in Lombardia va sempre rapportato al numero dei tamponi effettuati”, aggiunge ancora Gallera: i tamponi effettuati in Lombardia sono stati 13.663 contro i 12.957 di ieri. In provincia di Milano la maggior parte dei nuovi casi: +89.

Anche nel Lazio, dove i casi diminuiscono rispetto ai 215 di ieri ma sono sempre numeri da record, la situazione non cambia: dei 184 positivi registrati oggi oltre la metà, il 60%, sono legati a chi è tornato dalle vacanze. L’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato, parla di un risultato “significativo, visto il numero record dei tamponi effettuati nelle ultime 24 ore”. A Roma città sono stati 114 i nuovi positivi: molti sono persone rientrate dalla Sardegna, dalla Spagna, dalla Puglia, dall’Ucraina, dalla Grecia e dalla Romania. Aumentano i casi anche in Emilia-Romagna (127) e proprio in Sardegna (81), dove ieri invece i positivi accertati in 24 ore erano 44.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Contagi di rientro, verso tamponi all’imbarco a Olbia e Civitavecchia. 184 nuovi casi nel Lazio: il 35% arriva dalla Sardegna

next
Articolo Successivo

Fiumi di fango e ghiaccio lungo le strade di Verona: ecco le immagini dopo il violento nubifragio – VIDEO

next