“Brava e dolcissima, non abbandonava mai il bambino”. Sono queste le parole di Letterio Mondello, il suocero di Viviana Paarisi, la dj della provincia di Messina il cui corpo è stato trovato senza vita qualche giorno fa. “Cosa mi aspetto dall’autopsia? Non lo so, non sono un dottore – ha aggiunto il suocero della vittima – Non ho paura che mio figlio venga coinvolto nelle indagini, noi non abbiamo fatto niente“. La famiglia attende i risultati dell’esame autoptico, mentre non ci sono ancora notizie del piccolo Gioele.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Sei grassa, devi dimagrire”, cinquantenne di Como accusata di maltrattamenti sulla figlia quindicenne: l’avrebbe fatta mangiare poco

next
Articolo Successivo

Coronavirus, nuovi casi di contagio in discoteca: da Carloforte alla Versilia. Continuano le sanzioni per assembramenti

next