Uscito trionfante dalle elezioni che lo hanno incoronato premier (e hanno fatto fuori il suo antagonista Jeremy Corbyn), nel giro di 6 mesi Boris Johnson ha perso la fiducia degli inglesi. Che ora, stando ai sondaggi, preferiscono il nuovo capo dei laburisti Keir Starmer. È quanto emerge da un rilevamento realizzato da YouGov per il Times su chi sia il nome favorito per guidare il paese come primo ministro. Soltanto il 32% degli intervistati menziona il leader conservatore e attuale premier, in calo di un punto rispetto alla scorsa settimana. Il 34%, invece, cita Sir Keir Starmer come inquilino ideale di Downing Street.

È la prima volta dal 2017 che i cittadini del Regno Unito dichiarano di preferire un esponente laburista anziché un tory. Stando a molti commentatori, Starmer è riuscito a guadagnare consensi su consensi soprattutto nelle ultime settimane, grazie alla dura opposizione a Johnson per la gestione dell’emergenza coronavirus. Un periodo complicatissimo per il premier, che all’inizio della pandemia propone di adottare la strategia dell’immunità di gregge e di favorire la diffusione del virus. Poi il contagio subito in prima persona, il ricovero in terapia intensiva e alla fine la decisione di mettere il Paese in lockdwon. Un cambio radicale che non lo ha messo al riparo da critiche, visto l’altissimo numero di infetti registrato dal Regno Unito. Tanto che l’allentamento delle restrizioni annunciato per fine luglio è stato posticipato di due settimane.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

India, aereo si schianta durante l’atterraggio in Kerala: almeno 20 morti e 140 feriti. Polemiche sulla pista: “Troppo pericolosa”

next
Articolo Successivo

La Spagna è il Paese Ue con più contagi. In Francia +2.300 casi. Trump: “In Usa Covid sta sparendo”. Ma infetti superano quota 5 milioni

next