Estate di successi per Elon Musk e la sua compagnia spaziale, la SpaceX. Dopo il rientro dei due astronauti americani dalla Stazione Spaziale Internazionale, con l’ammaraggio nel Golfo del Messico, è toccato al test, con esito positivo, del prototipo che servirà in futuro (stando alle intenzioni di Musk) per portare fino a cento persone sulla Luna e su Marte. Il prototipo, dalla forma di un grande serbatoio d’acqua, è decollato, ha raggiunto un’altezza di circa 150 metri e poi è atterrato. L’obiettivo dei test è arrivare alla costruzione di un’astronave.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La sanità pubblica è certezza: deve essere così anche per quella privata accreditata

next
Articolo Successivo

Coronavirus, anche l’Italia sperimenta il vaccino sull’uomo. Il 24 agosto iniziano i test allo Spallanzani di Roma e in altri centri

next