“C’è un incremento dell’omosessualità a partire dall’adolescenza. Questo, secondo i biologi, succede per via delle vaccinazioni. Nei vaccini, purtroppo, ci sono cellule di feti abortiti femminili, che modificano l’informazione che entra nel corpo e che ti trasforma in omosessuale“. È la teoria, omofoba e bizzarra, del consigliere del Municipio XXII di Roma, Massimiliano Quaresima, ex M5s (che lui definisce “M5 svastiche”) e ora nel gruppo Misto, sulla correlazione tra omosessualità e vaccini. In Aula si parlava del disegno di legge contro l’omofobia, a prima firma Alessandro Zan, e della relativa mozione a sostegno dell’adesione della campagna nazionale “Dà voce al rispetto”. Quaresima, nel suo intervento, ha messo in dubbio la scelta, presa decenni fa, di derubricare l’omosessualità dall’elenco delle malattie.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Semplificazioni, in Senato presentati 2889 emendamenti: la metà sono della maggioranza

next
Articolo Successivo

Sicilia, Musumeci lo definiva “un carrozzone”: ora alla guida dell’Esa piazza il presidente del suo movimento e marito della sua deputata

next