Ancora Lewis Hamilton: record della pista a Silverstone e pole position per partire davanti a tutti nel Gran premio di Gran Bretagna. Subito dietro il compagno di squadra Valtteri Bottas, poi a un secondo tutti gli altri, quelli che non guidano la Mercedes. In terza posizione c’è la Red Bull di Max Verstappen, che in gara (il via domenica alle 15.10) potrebbe riuscire a dare qualche grattacapo in più a Hamilton. Poi Charles Leclerc, che strappa un’incredibile quarta posizione: l’altra Ferrari di Sebastian Vettel è molto più indietro, in decima posizione. Il resto della griglia vede in terza fila Lando Norris e Lance Stroll, a confermare il buon momento di McLaren e Racing Point. Poi settimo Carlos Sainz con l’altra McLaren, seguito dalle Renault di Daniel Ricciardo ed Esteban Ocon.

A casa sua Hamilton conquista la pole position numero 91 in carriera: più dei numeri, sono però i distacchi dagli avversari a rendere incresciosa la differenza di prestazione tra la Mercedes e le altre monoposto. Ma non tutto è filato liscio per il campione del mondo inglese: la sua qualifica è stata condita anche da un testacoda che lo ha costretto a usare un altro treno di gomme gialle, quelle che invece doveva rimanere immacolate per la gara. Con la gomma media partirà anche Leclerc, come Bottas e Verstappen: una condizione necessaria su una pista che consuma velocemente la mescola troppo morbida. La brutta notizia per il giovane monegasco della Ferrari è il rischio di una penalità: è partito dai box ostacolando la Racing Point di Stroll. Potrebbe arrivare una multa ma anche un arretramento in griglia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Formula 1, Sergio Pérez positivo al Covid. Il pilota della Racing Point dovrà saltare la gara di Silverstone

next
Articolo Successivo

F1, Gp Gran Bretagna: Hamilton vince anche su tre ruote, Leclerc riesce a salire sul podio. Le Mercedes forano nel finale a Silverstone

next