“Il Covid ci ha insegnato molte cose, ma io qui, nel Senato, che ritengo sia una delle camere più alte, penso che non ci sia collaborazione”. Così la senatrice Patty L’Abbate, del Movimento 5 stelle, nel corso del suo intervento a Palazzo Madama durante la discussione generale sullo scostamento di bilancio, approvato con 170 sì. Il lapsus non è passato inosservato. Secondo l’ordinamento dello Stato, infatti, il Parlamento è suddiviso in due sole camere, la Camera dei deputati e il Senato della Repubblica. Vige il bicameralismo perfetto, ma dal momento che in assenza del presidente della Repubblica è il presidente del Senato a ricoprire il ruolo di presidente supplente, il Senato è considerato la camera alta – e non quindi una delle camere più alte – e la Camera dei deputati la camera bassa.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Scostamento di bilancio e piano di riforme, la maggioranza al Senato tocca quota 170. Via libera anche alla Camera

next
Articolo Successivo

L’apertura di Zingaretti al maggioritario. Il leader dem a Sky Tg24: “Fino a tre settimane fa tutti d’accordo sul proporzionale. Ora invece…”

next