Un pranzo tra il presidente della Figc Gabriele Gravina e l’ex ct Marcello Lippi ha rafforzato le teorie di un prossimo ritorno del ct campione del mondo in Federazione. Secondo quanto pubblicato dal Corriere dello Sport Lippi è vicino a ricoprire il ruolo di direttore tecnico. Lo stesso quotidiano parla anche di una sorta di malumore dell’attuale ct Roberto Mancini, che del pranzo tra i due sarebbe rimasto completamente all’oscuro. Non è una novità la disponibilità dell’ex allenatore della Juventus a mettere la sua esperienza al servizio del calcio italiano, anche per via di un ottimo rapporto con il presidente federale Gravina. Anche con Mancini c’è amicizia e cordialità, ma va da sé che se l’indiscrezione del Corsport dovesse essere confermata il rischio è quello di ridimensionare il ruolo del ct, che da quando ha ereditato la panchina azzurra da Ventura ha dimostrato il suo valore grazie agli ottimi risultati nelle qualificazioni agli Europei.

In realtà, è già dall’epoca delle gestione Tavecchio che si parla di un ruolo di Marcello Lippi all’interno della Federazione e delle nazionali. All’epoca l’ipotesi era quella di un ruolo manageriale e tecnico al tempo stesso, al fianco di Gian Piero Ventura; tutto saltò in quanto le norme di allora impedivano di affidare ruoli federali a chi avesse legami di parentela con procuratori sportivi in attività (il figlio di Lippi è procuratore). Dal maggio scorso, però, le regole sono cambiate e dall’articolo 18 è stata rimossa la parte che bloccava l’ingresso dell’ex juventino. Da qui l’indiscrezione del Corriere dello Sport, la notizia del pranzo con Gravina e il ritorno in auge di un posto da direttore tecnico per il ct campione del mondo. Secondo quanto risulta a ilfattoquotidiano.it, tuttavia, al momento la Figc non ha alcuna idea né intenzione di fornirsi di un direttore tecnico, men che meno per la nazionale maschile. Qualora un domani si dovesse propendere per questa soluzione, il lavoro del futuro dt si concentrerebbe sulle selezioni giovanili e femminili. L’unica certezza, al momento, è la disponibilità di Lippi a voler lavorare di nuovo in federazione. Disponibilità definita “gradita” dai vertici federali.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il Liverpool vince la Premier League: lo stadio è vuoto ma la festa è in strada. Le immagini

next
Articolo Successivo

Calcio, Galliani: “Col Monza vogliamo la serie A”. Poi scherza su Ibrahimovic: “Un filo troppo caro”

next