Lui ed alcuni amici hanno organizzato una festa per il 4 luglio con circa 400 persone e ora che si è scoperta la sua positività al coronavirus le autorità devono fare verifiche su tutti i partecipanti. Cole Wood di Harrisonville nel Missouri ha raccontato che nel preparare la festa, nessuno è stato scoraggiato dal coronavirus. “Alla fine è venuta un sacco di gente e non abbiamo pensato alla pandemia, insomma, abbiamo detto ‘non può accadere proprio a noi‘. Credo fossimo intorno ai 300 o 400″: così il ragazzo ha parlato a OzarksFirst. Ora il Cass County Health Departmen ha individuato 21 positivi al coronavirus contagiati verosimilmente al party. Cole ha filmato la festa e si vedono chiaramente molte persone vicine l’una all’altra. Trattandosi di una festa a casa non c’era alcuna lista di ingresso ed è quindi molto complicato per le autorità risalire alle persone che possono essere entrate in contatto con il coronavirus. Cole si trova in isolamento con tutti i sintomi del covid-19 e cosi anche alcuni suoi amici. Le autorità hanno chiesto a chiunque abbia partecipato alla festa di auto-isolarsi per 14 giorni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Attacco hacker a Twitter, rubati i profili di Bezos, Musk e Gates. Coinvolti anche l’ex presidente Usa Obama e il rivale di Trump Joe Biden

next
Articolo Successivo

Negoziante gli dà un biglietto della lotteria “sbagliato”: lui lo tiene e diventa milionario

next