“Il Tas sul Manchester City? Non so neanche se posso rispondere, è una questione delicata. Non è stato un bel giorno per il calcio, a essere onesti. Il Fair Play Finanziario è una buona idea, protegge le squadre e la competizione, fa in modo che nessuno spenda troppo e che i soldi vengano spesi nelle giuste maniere. Non sta a me valutare e dare valutazioni, ma credo che tutti debbano rispettare queste regole”. Lo ha detto il tecnico del Liverpool, Jurgen Klopp sulla sentenza del Tas sul Manchester City, con l’annullamento della squalifica di due anni dalle coppe europee. Una risposta che non piacerà al tecnico del City, Pep Guardiola, che ha dichiarato: “I club che ci hanno accusato dovrebbero chiedere scusa“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il Manchester City parteciperà alla prossima Champions League: il Tas annulla la squalifica per violazione del fair play finanziario

next
Articolo Successivo

Mourinho sul Manchester City ammesso alla Champions: “La sentenza del Tas vergognosa. Un innocente non ha nulla da pagare…”

next