Dopo che Audi e Mercedes hanno svelato le loro suv a trazione 100% elettrica, era solo questione di tempo prima che anche BMW proponesse il suo sport utility a batteria: si chiama iX3 ed è basato sulla X3 attualmente a listino, da cui riprende la base telaistica e da cui, appunto, differisce per quanto riguarda la motorizzazione. La iX3, che ha un consumo medio omologato Wltp di 19.5 – 18.5 kWh/100 km, sarà assemblata nell’impianto cinese di Shenyang e il lancio commerciale avverrà proprio sul mercato della Repubblica Popolare, alla fine dell’anno.

Per BMW la X3 è un modello strategico importante, il primo fra quelli prodotti dal colosso tedesco a essere disponibile con motore termico benzina o diesel, in edizione plug-in hybrid e 100% elettrica. Per distinguere quest’ultima edizione bisogna aguzzare la vista e scorgere particolari come la mascherina frontale, il fascione paraurti e le ruote: tutti elementi specifici, pensati per ottimizzare l’aerodinamica. Il motore, collegato all’asse posteriore di trazione, eroga 286 Cv di potenza massima e 400 Nm di coppia motrice ed è alimentato da una batteria da 80 kWh, che dovrebbe assicurare un’autonomia di 460 km. L’auto è in grado di scattare da 0 a 100 all’ora in 6,8 secondi e raggiungere una velocità massima limitata elettronicamente pari a 180 km/h. Quanto ai tempi di ricarica: con le colonnine veloci a 150 kW è possibile passare dal minimo all’80% della ricarica in circa 34 minuti e ne bastano 10 per recuperare 100 km di autonomia.

Al momento la casa non fa menzione di varianti a quattro ruote motrici, ma è più che lecito attendersi possano debuttare in un secondo momento. Peraltro, la meccanica di ultima generazione della iX3 sarà declinata anche sui prossimi modelli a zero emissioni della BMW, ovvero iNEXT e i4, che dovrebbero esordire nel corso del prossimo anno. Il sistema di frenata rigenerativa della vettura, inoltre, può essere regolato in base ai desideri del guidatore, massimizzando l’effetto del freno motore – e, quindi, il recupero energetico – o il “veleggiamento”, quando si rilascia il pedale dell’acceleratore e si sfrutta l’inerzia.

Non solo, la vettura è la prima BMW ad avere una colonna sonora artificiale specifica, dedicata a chi non può fare a meno di percepire con l’udito il funzionamento della meccanica. E l’uso dell’espressione “colonna sonora” non è troppo generoso: alla sua creazione, infatti, ha partecipato nientemeno che Hans Zimmer, compositore premio Oscar fra i più famosi al mondo in ambito cinematografico.

All’interno l’architettura rimane in tutto e per tutto simile a quella della altre X3, e include strumentazione digitale e gadget come l’head-up display, che proietta le principali informazioni di guida sul parabrezza, nel campo visivo del conducente. Mentre il sistema infotelematico è pienamente compatibile con smartphone tramite Apple CarPlay e Android Auto. La capacità del bagagliaio oscilla fra 510 e 1.560 litri a seconda della posizione dello schienale del divanetto posteriore. In Italia, la vettura sarà proposta a partire da 73.000 euro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Nissan Ariya, il vento del cambiamento. Svelato il suv elettrico che sfida Tesla – FOTO

next