Probabilmente cercava un po’ di sollievo dal caldo. Un ragazzo di 22 anni di Fiuminata (Macerata) è morto dopo essersi tuffato nel lago della diga di Castreccioni (Macerata). L’incidente sarebbe avvenuto ieri verso le 18. Stamattina gli amici del giovane avevano lanciato l’allarme facendo scattare subito le ricerche. In azione squadre dei vigili del fuoco da Apiro e Macerata, sommozzatori da Ancona, volontari e l’elicottero che ha sorvolato la zona. Il corpo senza vita del 22enne è stato recuperato verso le 1.:50 a pochi metri dalla riva dove aveva lasciato i suoi vestiti per concedersi un tuffo nel lago artificiale. Sul posto i carabinieri di Cingoli per gli accertamenti del caso e anche il medico legale per l’ispezione della salma.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lecco, bambini uccisi dal padre. L’avvocato della donna: “Nessuna separazione violenta, gesto inaspettato”

next