È morta nella notte in un incidente stradale la centrocampista del Riozzese Arianna Varone. Aveva 21 anni. Secondo la ricostruzione del Corriere della Sera, la ragazza viaggiava con il suo scooter su una strada di San Martino Siccomario, in provincia di Pavia, quando si è scontrata con un camion, battendo la testa sull’asfalto.

Arianna aveva iniziato la sua carriera a nell’Asd femminile Inter, valorizzandosi poi nel Milan Ladies prima di approdare nel 2017 nella Riozzese, con la quale ha disputato un’ultima stagione da protagonista in Serie B. “Tutto il movimento si stringe attorno alla famiglia, alle compagne di squadra e alla società Riozzese – ha detto il presidente della Divisione calcio femminile Ludovica Mantovani – Piangiamo la prematura scomparsa di una giovanissima ragazza. Lascerà un vuoto incolmabile nella vita delle persone che le volevano bene e che hanno avuto la fortuna di starle accanto”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Italia 90, 30 anni dopo – Milano divisa per Germania-Olanda: gli interisti tifano per Brehme e Matthaeus, i milanisti per i 3 tulipani

next
Articolo Successivo

Italia ’90, 30 anni dopo – I gemelli del gol Mancini-Vialli e Vierchowod, quelle bandiere della Samp ai margini dell’Italia di Vicini

next