“Abbiamo deciso che non venderemo il software per il riconoscimento facciale ai dipartimenti di polizia americani fino a quando non avremo una legge nazionale basata sui diritti umani che governerà questa tecnologia“. Il presidente di Microsoft, Brad Smith, nel corso di una conferenza virtuale del Washington Post, ha annunciato che la società non venderà il suo software per il riconoscimento facciale alla polizia americana fino a quando non ci saranno legge per regolare l’uso della tecnologia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Forti piogge ad Ajaccio, le strade diventano fiumi e portano via le auto: 200 persone messe in sicurezza in una scuola e in un asilo nido

next
Articolo Successivo

Libia, scoperte 8 fosse comuni: “Oltre 200 cadaveri”. Onu: “Orrore, servono indagini trasparenti”

next