La Formula 1 riparte e sarà il primo evento mondiale a svolgersi durante la pandemia di coronavirus. Il governo austriaco ha dato il via libera per l’organizzazione dei due Gp d’Austria: il primo si disputerà il 5, il secondo il 12 luglio sul circuito di Spielberg. “Le due corse saranno a porte chiuse”, ha detto il ministero della sanità austriaco. “Gli organizzatori – ha aggiunto – hanno presentato un piano completo di sicurezza e prevenzione”.

Inizierà così la stagione 2020 di Formula 1, che era stata rimandata a causa del diffondersi della pandemia. Prima erano stati cancellati i gran premi di Australia e Monaco, poi rinviati Bahrain, Vietnam, Cina, Olanda, Spagna, Azerbaijan e Canada.

Secondo quanto riferisce il sito austriaco Die Motorprofis, è stato approvato il piano di sicurezza relativo alle precauzioni da prendere firmato da F1, dai responsabili del circuito Red Bull Ring e dalle autorità locali dopo settimane di discussioni: ai due Gran Premi potranno assistere un massimo di 500 persone, legate agli entourage delle scuderie, anche se non ci sono ancora tutti dettagli su quale sia il piano esatto.

Stando a quanto trapela, il protocollo studiato da F1 e organizzatori, in accordo con le autorità locali, prevede che tutti i team arriveranno all’aeroporto di Zeltweg per rendere più brevi gli spostamenti verso il circuito. Inoltre, tutti quelli che giungeranno dall’estero saranno sottoposti a test sul coronavirus prima di entrare in Austria.

Il boss della Red Bull Helmut Marko ha ripetutamente sottolineato che “questo sarà il primo evento sportivo mondiale e sarà una grande pubblicità per l’Austria e la Stiria”, regione in cui si trova il circuito. Sarà la prima volta nella storia della Formula 1 – da quando è stata fondata nel 1950 – che due gare si svolgeranno nello stesso circuito all’interno della stessa stagione e, inoltre, entro una settimana.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Williams, la storica scuderia è in vendita: 2019 chiuso in perdita di 13 milioni di sterline

next
Articolo Successivo

Floyd, il pilota Lewis Hamilton protesta in piazza a Londra con il movimento Black lives matter

next