“Il calcio? A porte chiuse sì. La scienza ha dato gli strumenti per farlo. È un contesto di privilegio, un ritiro può essere svolto senza pericoli. Se si vuole si può fare, le difficolta’ sono per cinema, teatri, concerti”. Così Giovanni Di Perri, virologo dell’Amedeo di Savoia di Torino, parla della cosiddetta fase 2 dell’emergenza coronavirus e della possibilità di far ripartire la Serie A.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, grigliata di Pasquetta nel carcere di Sollicciano: 40 agenti penitenziari multati

next
Articolo Successivo

Coronavirus, tornano ad aumentare i morti: 162 in 24 ore. 813 nuovi casi, più della metà in Lombardia. Meno di 10mila ricoverati.

next