È caduto dal terrazzo della sua abitazione, al terzo piano di un palazzo nel centro di Arezzo. La corsa in ospedale, il tentativo di rianimarlo, ma le sue condizioni erano troppo gravi. Così ha perso la vita un bambino di otto anni, figlio più piccolo di Michele Bacis, ex calciatore della Fiorentina nella stagione 2003-2004, quella della serie B, e volto storico dell’Arezzo, sia come giocatore che come allenatore.

La tragedia che ha colpito la famiglia Bacis è avvenuta nella nottata di sabato, intorno alle 22. La dinamica non è ancora stata ricostruita, ma tutto è iniziato quando i vicini di casa hanno udito il tonfo sordo della caduta in vicolo della Dea, tra via Cesalpino e via Montetini, poco sotto Palazzo Cavallo, storica sede del municipio. Poi le urla, probabilmente quelle dei genitori, e l’allarme immediatamente lanciato per ricevere soccorsi.

Le condizioni del piccolo, trasportato con la massima urgenza al Pronto Soccorso dell’ospedale San Donato, sono apparse subito gravissime. Per lui era stato già attivato l’elisoccorso regionale Pegaso per il trasferimento all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze, ma il bambino è morto poco dopo essere arrivato al San Donato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, a Gubbio la festa dei Ceri è “irresistibile”: decine di persone in strada. La vicina Gualdo chiude i confini: “Non venite”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, il presidente del 118: “Casi Covid-like: polmonite interstiziale ma tampone negativo”. Pregliasco: “Preoccupano”

next