Applausi dalle finestre e striscioni appesi ai balconi. Così gli abitanti del Casoretto, il quartiere di Milano dove abita la famiglia di Silvia Romano, hanno accolto la notizia del ritorno in Italia della giovane cooperante rapita in Kenya un anno e mezzo fa. Le campane hanno suonato a festa mentre anche tanti passanti si sono fermati per strada per unirsi all’applauso. Già sabato, alla notizia della liberazione, molti abitanti si erano affacciati ai balconi per festeggiare

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Silvia Romano, il momento dell’arrivo all’aeroporto di Ciampino: i saluti e il lungo abbraccio con la famiglia

next