“Questa cosa sta assumendo un aspetto kafkiano, lo dico fuori dai denti. Ho cercato di resistere ma sono stanco di tutta questa roba qua. Aprite tutto, aprite scuole, asili, fatelo con tutta la prudenza del caso. Si fa a turno, si tolgono i ‘picchi’, si fanno tutte le attività regolari e legittime dal punto di vista sanitario, ma fate tornare le persone“. È lo sfogo che il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha espresso nel corso della diretta Facebook di ieri per aggiornare la cittadinanza sugli sviluppi dell’emergenza coronavirus in città. Nella foga, Brugnaro si fa sfuggire anche un dubbio sui numeri: “Conteremo quanti morti sono successi l’anno scorso e quest’anno – afferma – faremo anche ‘sti numeri perché speriamo non sia tutto un bluff“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

25 aprile, Casellati: “Festa del coraggio italiano”. Fico: “Oggi godiamo di democrazia grazie al sacrificio di allora”

next
Articolo Successivo

25 aprile, Di Maio: “Liberazione ci ricorda che la cosa giusta non è a vantaggio di un singolo, ma di un’intera nazione. È simbolo di unione”

next