Samsung Health Monitor, la nuova app di monitoraggio della salute di Samsung destinata a lavorare in sinergia con i suoi dispositivi mobili Galaxy Watch, promette di introdurre la funzione di monitoraggio della pressione sanguigna facile e utilizzabile anche in movimento.

“A livello globale, è noto che l’ipertensione aumenta significativamente il rischio di malattie cerebrali, renali e cardiache, inclusi ictus e malattie coronariche, se non gestite correttamente. Aiutando gli utenti a misurare e monitorare la loro pressione sanguigna, l’app Samsung Health Monitor offre alle persone una visione più ampia della loro salute e consente loro di prendere decisioni più informate, per condurre una vita più sana”, si legge nel post ufficiale con cui Samsung ha comunicato la novità.

La nuova app è ancora in fase di sviluppo, ma è stata già autorizzata dal Ministero sudcoreano della sicurezza alimentare e dei farmaci (MFDS), il che significa che dovrebbe essere presto disponibile, almeno in Corea. La prima configurazione della nuova funzione richiederà però la calibrazione attraverso l’uso di uno strumento per la misurazione della pressione sanguigna.

Dopo aver completato questa prima configurazione tuttavia, sarà possibile selezionare l’impostazione “misura la mia pressione sanguigna” dal proprio Galaxy Watch. L’app per smartphone in dotazione consentirà inoltre agli utenti di tenere traccia e confrontare i valori della pressione sanguigna per periodi di tempo lunghi, fornendo anche suggerimenti sui dati delle pulsazioni. L’app Samsung Health Monitor sarà disponibile su Galaxy Watch Active2 entro il terzo trimestre di quest’anno (luglio-settembre) per poi raggiungere progressivamente gli altri dispositivi della famiglia Galaxy Watch.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, app Immuni: tutti gli aspetti da chiarire e perché la scelta della tecnologia che verrà usata è cruciale per privacy e sicurezza

next
Articolo Successivo

Coronavirus, il ministero dell’Innovazione: “La app avrà codice sorgente open source. Non richiederà il numero né accesso a rubrica”

next