“L’arcitaliano” è il titolo della nona Loft Masterclass, il format ideato da Matteo Forzano con la collaborazione di Matteo Billi e pubblicato in esclusiva su sito e app di Loft, dopo “Professione pilota” in cui Silvia D’Onghia ha intervistato Gianluca Fisichella, “Parola al vino” di Nicola Prudente, in arte Tinto, “Arte e democrazia” di Tomaso Montanari, “Il mestiere dell’attrice” di Donatella Finocchiaro, “Il giornalismo investigativo” di Marco Lillo, “Fotografare l’invisibile” di Valerio Bispuri, “Moriremo teledipendenti?” di Nanni Delbecchi e “Viva la radio” di Giorgio Simonelli. Protagonista è Pietrangelo Buttafuoco che esordisce con l’editto di Curzio Malaparte: “‘L’arcitaliano non ha paura della legge di natura, anzi talvolta egli corregge la natura della legge’. E’ una filastrocca oppure una carezza, un suggerimento e comunque il senso di un’identità tutta difficile da scoprire, eppure vivissima”, spiega lo scrittore siciliano. Egli traccia un ritratto di Benito Mussolini utilizzando le parole di Leo Longanesi, che lo incontra nella sua adolescenza in Romagna.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Accordi&Disaccordi (Nove), Cacciari: “Dopo emergenza o Pd e M5S uniti o si sfascia tutto: pronti a conflittualità sociale ingovernabile”

next
Articolo Successivo

Speciale Accordi&Disaccordi (Nove), Conte ospite di Sommi e Scanzi il 1 aprile alle 21.25. Con la partecipazione di Travaglio e Carlo Verdone

next