La giornata era iniziata con una festa condominiale con balli, musica e persone – una cinquantina in tutto – in strada, nel rione Marocchini di Pozzuoli, Napoli. Quando i carabinieri sono arrivati per far rispettare le norme anti-contagio, un uomo con un microfono si è rivolto a loro dal balcone: “Non abbiamo da mangiare, fateci sfogare. Cosa dobbiamo fare, scendere in strada e fare le rapine e uccidere la gente? Noi sappiamo uccidere“. Dopo le sue parole, è scattato un applauso. Intanto, il sindaco della città, Vincenzo Figliolia, ha fatto sapere che le forze dell’ordine stanno identificando i responsabili.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, diretta – Inaugurato in Lombardia il nuovo ospedale Fiera Milano: primi 24 posti di terapia intensiva operativi da lunedì. Corte costituzionale, positiva la presidente Marta Cartabia

next
Articolo Successivo

Coronavirus, dal Viminale sì a passeggiata genitore-figlio “vicino ad abitazioni”. Gallera: “Vanificati sforzi”. De Luca: “Gravissimo”

next