“Le nostre criticità sono quelle tipiche di tutti gli ospedali che si sono ritrovati a vedere la popolazione dei malati raddoppiata. Con la pandemia abbiamo dovuto rivoluzionare l’ospedale“. Lo racconta Pasquale Ferrante, direttore sanitario dell’Istituto clinico Città Studi di Milano che mostra come un piccolo centro come il suo sia stato stravolto per affrontare l’emergenza coronavirus. “Abbiamo 190 posti letto totalmente dedicati alla cura dei malati Covid. Siamo passati dai 4 letti di terapia intensiva a 12. Tutti i posti letto sono pieni e li stiamo curando con soddisfazione. Noi siamo un ospedale piccolo e siamo diventato un ospedale Covid-19”

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, per me va cambiato approccio. La pandemia si può fermare con meno di 1 miliardo e più test

next
Articolo Successivo

Coronavirus, la diretta – Ministro Speranza: “Misure saranno estese almeno fino a Pasqua”. Trump: “Inviati 100 milioni di dollari di strumentazioni all’Italia”

next