E’ una casa di riposo della provincia di Udine uno dei maggiori focolai di coronavirus del Friuli Venezia Giulia. Nell’intera regione si contavano martedì sera 992 casi di positività e 64 morti con Covid-19. Tra i deceduti, ben 12 erano ospiti della Casa di riposo comunale Rovere-Bianchi di Mortegliano (Udine), dove secondo il Messaggero Veneto sono risultati contagiati 42 anziani – sui 90 ricoverati – e 23 operatori. I tamponi sono stati fatti dopo che un’operatrice aveva iniziato ad avere sintomi del virus, il 9 marzo.

Ora si stanno moltiplicando i positivi tra lavoratori del centro, addetti alla ristorazione e parenti degli anziani ricoverati che vivono nei Comuni vicini. Le visite, come nel resto d’Italia, erano state sospese solo all’inizio di marzo, quando è stato anche chiuso il centro Alzheimer che ha sede nella struttura.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Coronavirus, festa sul terrazzo a Sassari: Erasmus finito per sedici studenti spagnoli

next
Articolo Successivo

Coronavirus, Tridico (Inps): “Per 5 milioni di autonomi bonus di 600 euro, basta pin online.Pensioni? Abbiamo liquidità fino a maggio”

next