“Chiamiamolo cinema da casa o chiamiamolo resilienza è una bella emozione da condividere con i nostri vicini per trasformare una serata difficile in una serata magica”. Dal 16 marzo Federica Salvatori, presidente di Zidalab, proietta spezzoni di cartoni animati sulla facciata di un condominio nel quartiere torinese di Vanchiglia. Un’iniziativa che si ispira a quella lanciata dal collettivo romano “Alice nella città” e che è diventato un appuntamento fisso tra gli abitanti dei palazzi. Un’ora di spezzoni di film, dalle 20 alle 21, come ai tempi di Carosello “perché in questi momenti difficili – spiega Federica – abbiamo bisogno di recuperare dei riti per evitare di perdere la concezione del tempo. Sono piccoli gesti, ma possono essere di grande aiuto per grandi e piccini”

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, la Francia continua a respingere i migranti a Ventimiglia: “Ma con l’emergenza vengono abbandonati senza precauzioni”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, Borrelli: “Chiusura attività? Ci sono esigenze da assicurare, adottate misure massime. Su supermercati indicazioni univoche”

next