È pronto il primo farmaco specializzato per aggredire il coronavirus Sars-CoV2. La ricerca è stata pubblicata sul sito BioRxiv dal gruppo dell’Università olandese di Utrecht guidato da Chunyan Wang. Il farmaco è un anticorpo monoclonale, specializzato nel riconoscere la proteina che il virus utilizza per aggredire le cellule respiratorie umane. Ma saranno necessari mesi prima che il farmaco sia disponibile, perché dovrà essere sperimentato per avere le risposte su sicurezza ed efficacia.

Gli studiosi stavano già lavorando a un anticorpo contro la Sars quando è esplosa l’epidemia di Covid-19 e si sono resi conto che gli anticorpi efficaci contro la prima malattia riuscivano a bloccare anche la seconda. Legandosi alla proteina spike, che si trova sulla superficie del coronavirus, l’anticorpo le impedisce di agganciare le cellule e in questo modo rende impossibile al virus penetrare al loro interno per replicarsi. Per questo motivo i ricercatori sono convinti che l’anticorpo abbia delle potenzialità importanti “per il trattamento e la prevenzione della Covid 19”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, il tasso mortalità in Italia influenzato dalla resistenza agli antibiotici? Galli: “No, decessi avvengono per polmonite”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, l’Australia sta testando sui topi il vaccino S-Spike. Ecco l’idea degli scienziati

next