“Sulla base della nuova situazione in Italia, il Parlamento europeo ha dovuto aggiornare le sue misure a tutela della salute delle persone e per assicurare la continuità legislativa e di bilancio e di funzionamento degli organi interni. Le nuove misure del governo italiano allargano l’area protetta a tutto il territorio nazionale e questo ha delle conseguenze importanti sul comportamento degli eurodeputati italiani. Per questa ragione ho deciso, essendo stato in Italia nell’ultimo fine settimana, ed esclusivamente per precauzione, di seguire le misure indicate e di esercitare la mia funzione di presidente dal mio domicilio di Bruxelles nel rispetto dei 14 giorni indicati dal protocollo sanitario. Il Covid 19 obbliga tutti alla responsabilità e ad essere prudenti”. Così il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, che ha concluso dicendo che “lavorerà da casa”.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Economia a picco, servono i Coronavirus bond. Contro l’emergenza medica e sistemica si emettano almeno 500 miliardi di titoli garantiti

next
Articolo Successivo

Coronavirus, l’Eurozona rischia la disgregazione. Eppure un modo per aggirare l’ostacolo c’è

next