Orfane del salone di Ginevra, le case auto cominciano a svelare le novità che avrebbero portato alla kermesse svizzera sul web e sui canali digitali. Si comincia con questa concept a batteria firmata Renault: la Morphoz. Si tratta di un crossover che sfrutterà la futura piattaforma modulare elettrica CMF-EV ad emissioni zero, che avrà un’autonomia di da 400 a 700 chilometri, ottenuta grazie ad una batteria da 40 kWh a 90 kWh. La particolarità, come avrete capito, è che ne esistono due versioni: la City e la Travel. La prima, lunga, 4,40 metri, è dedicata alla città ed ha autonomia di 400 km mentre la seconda agli spostamenti in autostrada, e grazie ad un range extender l’autonomia sale a 700 chilometri.

Non solo: nella versione Travel c’è più spazio per i passeggeri e il sedile accanto al posto di guida può ruotare di 360 gradi e permettere a chi vi è seduto di guardare in faccia gli altri occupanti dell’abitacolo, in ossequio al concetto di modularità che i progettisti hanno ricercato fin dall’inizio. La Morphoz, infine, è dotata di guida autonoma di livello 3.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Citroën Ami, elettrica e sbarazzina per la città. E la possono guidare anche i 14enni – FOTO

next
Articolo Successivo

Coronavirus, salta la gara di Formula E a Roma. L’Aci: “Non ci sono date alternative”

next